Pubblicato: dom 11 Feb 2018

Caltagirone, la Conadomini e S. Giacomo restituiti alla bellezza dei colori originali

Share This
Tags

ph. Il Sette e Mezzo

I lavori di restauro, ormai in fase di completamento, sono stati presentati sabato 10 Febbraio nel Salone di Rappresentanza del Municipio di Caltagirone, nel corso di una conferenza illustrativa delle problematiche tecniche emerse dagli interventi cui sono state sottoposte le due preziose opere.

Presentati a Caltagirone,  nel corso di una conferenza, che si è tenuta Sabato 10 Febbraio nel Salone di Rappresentanza del Municipio di Caltagirone, i lavori di restauro, ormai in fase di completamento della tavola della Conadomini e della statua di S. Giacomo. Il lavori hanno consentito non solo di restituire le due opere alla bellezza ed ai colori originali, ma anche di acquisire preziose informazioni sulla datazione e sulle tecniche adoperate.

L’accurato intervento, che si è avvalso delle tecniche più avanzate, è stato effettuato nel Laboratorio di Restauro del dott. Rocco Greco, che ha illustrato lo stato dei lavori sulla tavola della Madonna di Conadomini immagine di scuola bizantina raffigurante la Vergine col Bambino, che è ‘retro’ di Cristo Sposo e sul simulacro del Santo patrono S. Giacomo, spiegando le problematiche tecniche emerse dagli interventi cui sono state sottoposte le due ‘icone’, care ai caltagironesi per il loro valore simbolico sia dal punto di vista civile sia dal versante religioso.

ph. Il Sette e Mezzo

«La venerata Tavola lignea della Conadomini e il simulacro dal Santo patrono San Giacomo, – ha dichiarato il dott. Rocco Greco, Direttore tecnico restauratore – sono stati sottoposti a verifiche minuziose perché ne emergesse tutta la bellezza e la qualità. In corso d’opera sono emersi e sono stati svelati piccoli e grandi dettagli, che mentre testimoniano della ininterrotta devozione popolare, dicono anche della secolare e complessa vicenda storica che le ha viste al centro delle lunghe vicende della storia religiosa, civile e culturale della Città, catalizzatori a volte controversi dell’attenzione e della devozione della città”.

VIDEO INTERVISTA A GRECO

Soddisfazione è stata espressa dal vescovo Mons. Calogero Peri e dal sindaco della città Gino Ioppolo, consapevoli entrambi che il recupero di due opere così care alla devozione del popolo calatino, rappresenta una responsabilità in più in ordine alla conservazione e valorizzazione del patrimonio religioso, artistico e culturale della città di Caltagirone.

VIDEO INTERVISTE A VESCOVO E SINDACO

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>