Pubblicato: gio 22 Feb 2018

Caltagirone, guerra a volantino “selvaggio”: un’ordinanza fissa precisi “paletti”

Share This
Tags

 

Prevista per i trasgressori una sanzione amministrativa pecuniaria da 50 a 500 euro, oltre al rimborso delle spese per il ripristino dello stato dei luoghi.

Stop a volantino selvaggio per una maggiore tutela dell’ambiente e del decoro della città. A stabilirlo è un’ordinanza del sindaco Gino Ioppolo, che dichiara guerra alla pratica diffusa della distribuzione di volantini pubblicitari e della loro dispersione su strade, piazze e luoghi pubblici, con conseguente deturpamento e alterazione del decoro urbano. Una pratica che, come si sottolinea nel provvedimento, comprende anche il deposito dei volantini in modo precario sugli infissi o all’ingresso delle abitazioni, sicché i fogli si disperdono inevitabilmente sulla pubblica via a causa delle avverse condizioni atmosferiche o perché gli abitanti degli immobili se ne liberano gettandoli sulla strada. Peraltro la notevole quantità di volantini abbandonati nelle pubbliche vie determina degrado ambientale e notevole difficoltà per la ditta che si occupa del servizio di spazzamento, ma costituisce pure un evidente aggravio dei costi di smaltimento in quanto si tratta di rifiuto indifferenziato.

Il provvedimento fissa paletti precisi, vietando: di effettuare su tutto il territorio comunale pubblicità mediante il volantinaggio e/o affissione di manifesti su pali di pubblica illuminazione e della segnaletica stradale, su alberi o su muri o qualsiasi altra collocazione non autorizzati; di distribuire volantini, dépliant, manifesti, opuscoli pubblicitari o altro materiale pubblicitario sotto le porte di accesso, sugli usci e negli androni delle abitazioni private, sul parabrezza o lunotto delle autovetture e comunque su tutti gli altri tipi di veicoli; di distribuire volantini ai conducenti o ai passeggeri delle auto durante la circolazione e di distribuire a mano in prossimità e in corrispondenza di intersezioni stradali e incroci; di lanciare, su tutto il territorio comunale, volantini, buonisconto, biglietti omaggio e materiale similare.

Pertanto la distribuzione di dépliant commerciali porta a porta potrà avvenire esclusivamente quale deposito degli stessi nelle cassette della posta dei residenti e/o condominiali. Essa potrà essere effettuata solamente laddove queste ultime siano chiuse da ogni lato, idonee a contenere per dimensione e quantità i materiali. I dépliant commerciali non devono fuoriuscire o cadere dalle cassette. Il volantinaggio potrà essere compiuto solo nelle giornate di martedì, mercoledì e giovedì e a seguito del pagamento dell’imposta comunale di pubblicità. Potrà essere altresì effettuato solo se la ditta e/o gli incaricati delle operazioni di volantinaggio, almeno 3 giorni prima, hanno segnalato la data del giorno di volantinaggio al Comando di polizia municipale e l’itinerario che seguiranno nella distribuzione dei volantini, nonché trasmesso la ricevuta di pagamento dell’imposta comunale di pubblicità.

In occasione di manifestazioni politiche, sindacali, religiose, celebrative, potranno essere distribuiti volantini nell’ambito delle manifestazioni autorizzate su aree pubbliche ai cittadini che si dimostrino interessati.

Prevista per i trasgressori una sanzione amministrativa pecuniaria da 50 a 500 euro, oltre al rimborso delle spese per il ripristino dello stato dei luoghi. In questo modo sottolinea il sindaco Ioppolo regolamentiamo in maniera precisa questa materia, con il chiaro intento e l’impegno a combattere un fenomeno negativo, che crea non pochi disagi ai cittadini, e di contribuire a rendere Caltagirone più pulita e accogliente, appellandoci anche al principio di responsabilità e di cooperazione di tutti coloro che sono coinvolti nella distribuzione. 

Una migliore qualità del decoro urbano dichiara l’assessore alle Politiche ambientali Francesco Caristia – non può prescindere da un’azione di forte contrasto dei fenomeni più diffusi di degrado ambientale tra cui, principalmente, l’abbandono di rifiuti di vario genere, compresi i volantini pubblicitari. Siamo fiduciosi che questa ordinanza, nel disciplinare in maniera attenta queste situazioni, possa consentire di centrare uno degli obiettivi prioritari della nostra azione, nell’interesse superiore della nostra comunità.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>