Pubblicato: sab 7 Apr 2018

Caltagirone, piena luce su omicidio e tentato omicidio fratelli Destro: regolamento di conti fra pastori. Tre arresti

Share This
Tags

I fratelli Destro furono vittime di un agguato mentre pascolavano il gregge, in C.da Giurfo nel comune di Licodia Eubea (CT) il 26 febbraio scorso. Il movente sarebbe da circoscrivere alla lotta in corso tra diverse famiglie di allevatori per il controllo del territorio rurale del calatino.

Fatta piena luce sull’omicidio di Giuseppe Destro e il tentato omicidio di Carmelo Destro, due fratelli, pastori, vittime di un agguato mentre pascolavano il gregge, in C.da Giurfo nel comune di Licodia Eubea (CT) il 26 febbraio scorso. Il movente sarebbe da circoscrivere alla lotta in corso tra diverse famiglie di allevatori per il controllo del territorio rurale del calatino.

L’omicidio si consumò nel tardo pomeriggio,  Giuseppe Destro, pastore di 51 anni, morì su colpo;  ferito gravemente il fratello, Carmelo Destro, di anni 69, che fu trasportato il elisoccorso al Cannizzaro di Catania. L’arma del delitto era un fucile da caccia calibro 12. Furono sparati almeno almeno 5 colpi. L’agguato avvenne alle ore 16.30, mentre i due stavano pascolando il gregge. Entrambi i fratelli avevano precedenti penali.

Stamattina, alle prime luci dell’alba, i Carabinieri della Compagnia di Caltagirone hanno dato  esecuzione all’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal G.I.P. del Tribunale di Caltagirone nei confronti di 3 persone ritenute responsabili, in concorso, dei seguenti reati: omicidio aggravato da premeditazione e dall’aver agito per motivi abietti o futili (575 e 577 nn. 3 e 4 c.p.); tentato omicidio aggravato da premeditazione e dall’aver agito per motivi abietti o futili (56, 575 e 577 c.p.); possesso abusivo di armi e munizioni (artt 2, 4 e 7 L. 895/1967).

Il provvedimento restrittivo scaturisce dagli esiti dell’indagine sviluppatasi a seguito dell’omicidio di Giuseppe Destro e del tentato omicidio di Carmelo Destro, avvenuti in C.da Giurfo del comune di Licodia Eubea (CT) il 26 febbraio scorso.

Le indagini con metodi tradizionali e tecniche condotte sotto il coordinamento della Procura Calatina hanno consentito ai militari del Nucleo Operativo della compagnia di Caltagirone, diretti dal Luogotenente Tommaso Cilmi, coadiuvati dai Carabinieri della Stazione di Licodia Eubea, di individuare il settantunenne Sebastiano Montagno, il settantaduenne Salvatore Montagno e il quarantenne Nuccio Nunzio Montagno, tutti e tre pastori pregiudicati, quali responsabili dell’efferato omicidio.

I tre arrestati, al termine delle formalità di rito sono stati associati presso la casa circondariale di Caltagirone, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

VIDEO

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>