Pubblicato: lun 9 Apr 2018

Caltagirone, il branco di cani randagi è tornato alla Villa comunale?

Share This
Tags

Ci è stato segnalato che i cani si trovano nuovamente alla Villa comunale, come documentano le foto inviateci. Dei cinque del branco ne manca solo uno. La scoperta fatta durante la sua consueta attività mattutina di jogging.

di Giacomo Belvedere – Giusi Scollo

È stato riaperto sabato pomeriggio il Giardino pubblico di Caltagirone, rimasto chiuso, da mercoledì scorso, per  poter consentire il prelievo di alcuni cani appartenenti a un branco che staziona solitamente nell’area dello spiazzale grande, vicino al Palco o alla balaustra di terracotta, e che ha più volte intimorito quanti, nelle diverse ore della giornata, frequentano il giardino pubblico. Un ultimo, grave episodio è stato registrato alcuni giorni fa: il capo del branco ha morso una bambina di 10 anni, che ha dovuto fare ricorso alle cure dei sanitari.

Per narcotizzare i cani, in modo da poterli prelevare e portare via, per custodirli nel canile convenzionato col Comune, l’assessorato comunale ai Diritti degli animali, in collaborazione col Servizio veterinario dell’Asp Distretto di Caltagirone, si è avvalso anche dell’ausilio di tiratori scelti del Corpo forestale.

Ieri, tuttavia, ci è stato segnalato che i cani si trovano nuovamente alla Villa comunale, come documentano le foto inviateci. Dei cinque del branco ne manca solo uno. La scoperta è stata fatta durante la sua consueta attività mattutina di jogging, ripresa ieri dal momento che la villa era stata riaperta al pubblico. “I cani erano in tutto quattro” – si legge nel messaggio inviatoci. “Uno bianco e nero, uno bianco, uno nero e uno marrone. Praticamente ne manca solo uno, il più piccolo (era di pelo color marrone ed era da poco alla villa)”. A quanto pare è stato adottato. Chi ci ha fatto la segnalazione non ha dubbi: “Sono i cani di sempre” – tiene a precisare.

Il comportamento successivo di questi randagi, intanto ospitati nel canile convenzionato col Comune – aveva dichiarato l’assessore al ramo Francesco Caristiasarà attentamente verificato dal Servizio veterinario, che potrà così valutare l’opportunità di una loro futura reimmissione nel territorio comunale”. Reimmissione che sembrerebbe esserci stata. I cani, si sa, hanno un efficacissimo senso dell’orientamento e ritrovano sempre la via di casa.  Chi non ricorda Torna a casa, Lassie!, il film del 1943, tratto dall’omonimo romanzo di enorme successo dello scrittore Eric Knight, da cui sono state tratte tre fortunatissime serie televisive? Un remake del film, del 1943 è stato girato nel 2005. L’istinto a ritrovar la via di casa è a maggior ragione rafforzato se a “casa” trovano un ambiente accogliente.  

ph. il Sette e Mezzo

A seguito di un sopralluogo effettuato ieri mattina per aver conferma delle informazioni ricevute, in più luoghi abbiamo trovato resti di cibo e ciotole vuote. Segno che qualcuno ha preso a cuore la sorte di questi randagi e porta loro regolarmente cibo. Va ricordato che nessuna norma di legge fa divieto di deporre alimenti per la nutrizione dei randagi nei luoghi in cui essi trovano rifugio. Non è  consentito invece lasciare sul suolo pubblico le ciotole vuote. Si rischiano in questo caso multe salate. Dopo il pasto occorre rimuovere e portare via la ciotola e conferirla negli appositi contenitori nei giorni stabiliti dal calendario della raccolta differenziata. Ma, evidentemente, da quello che testimoniano le foto, il legittimo amore per gli animali non si sposa con l’altrettanto legittimo dovere di tenere pulita la città, a maggior ragione quando si tratta di un bene così prezioso come la Villa comunale.  

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mostra 1 Commmento
Commenti all'articolo
  1. Giuseppe ha detto:

    Dà segnalare che ci sono branchi di cani anche davanti Villa Patti,nello spiazzale dell ospedale e lungo la via Portosalvo.

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>