Pubblicato: ven 4 Mag 2018

Caltagirone, Piano Regolatore: illustrate dalla III commissione consiliare le proposte di emendamenti che approderanno in Consiglio

Share This
Tags

ph. Andrea Annaloro

Sono 28 le proposte di emendamenti presentate in III commissione consiliare e relative alle direttive generali per la revisione del Prg (Piano regolatore generale).

Sono 28 le proposte di emendamenti presentate in III commissione consiliare e relative alle direttive generali per la revisione del Prg (Piano regolatore generale). Di queste, 11 recano le firme congiunte di Vincenzo Di Stefano e Simone Amato, 2 quella di Valentina Messina, 9 quella di Giuseppe Carnibella, mentre 6 sono state sottoscritte da Roberto Gravina. E’ quanto emerso durante l’incontro che, svoltosi stamani nella sala conferenze dell’Educandato San Luigi, ha avuto come protagonisti i componenti dell’organismo consultivo permanente (il presidente Sergio Domenica, la vicepresidente Margherita De Caro, Valentina Messina, Vincenzo Di Stefano, Giuseppe Carnibella, Roberto Gravina, Francesco Incarbone e Simone Amato), il sindaco Gino Ioppolo, l’assessore all’Urbanistica e vicesindaco Sergio Gruttadauria, il presidente del Consiglio Massimo Alparone, i capigruppo consiliari, dirigenti e funzionari comunali.

Fra gli emendamenti proposti, figurano: quelli per la valorizzazione della bioedilizia e della sostenibilità ambientale, per la realizzazione di corsie ciclabili dedicate, di aree per lo sgambettamento di animali da compagnia, di un Ecomuseo dei margini del centro storico e quello per ribadire il “no” alle trivellazioni (Di Stefano – Amato); la previsione, nel bosco di Santo Pietro, di un parco di attrazione di carattere scientifico, educativo e ludico, dedicato ai temi della salute e dell’ambiente (Messina); l’individuazione, nell’ex mercato ortofrutticolo di contrada Molona, di una “zona servizi” per gli artigiani delle diverse tipologie e la previsione di sgravi fiscali per chi investe a Santo Pietro (Carnibella); gli emendamenti per la costruzione di edifici senza barriere architettoniche, a servizio della disabilità, anche in deroga agli indici di edificabilità, e sul lotto minimo in zona agricola (Gravina).

Abbiamo illustrato ai rappresentanti degli ordini professionali, delle organizzazioni di categoria, delle diverse realtà associative, che hanno già avuto modo di interloquire con la commissione in più circostanze – ha detto il presidente Domenica – quanto scaturito dai lavori e anticipato i contenuti delle proposte che, formulate in commissione, approderanno all’esame del Consiglio comunale sotto forma di emendamenti. Le direttive generali sono un passo importante in vista del nuovo Prg”. Intervenuti, oltre allo stesso Domenica, a Di Stefano, Gravina, Messina e Carnibella (che hanno illustrato gli emendamenti e le loro peculiarità), la consigliera Lara Lodato (sua una richiesta di chiarimenti “su una possibile incongruenza”) e il presidente del Consiglio comunale, Massimo Alparone. Questi ha annunciato che dell’argomento sarà presto chiamata ad occuparsi l’assise. “Occorre che la città – questo l’appello di Alparone – si dimostri sempre così unita su questi grandi temi che attengono al suo sviluppo”. Infine, sia il sindaco Gino Ioppolo, sia il vicesindaco Sergio Gruttadauria hanno ribadito che “la revisione del Prg è uno degli obiettivi strategici dell’Amministrazione”. “Ci auguriamo – ha aggiunto Gruttadauria – che prima dell’estate si concluda la fase delle direttive”. “Una delle nostre principali risorse è il centro storico – ha chiosato Ioppolo -, e anche su questa puntiamo con determinazione”.

VIDEO

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>